02/04/2014 Bcc Sesto San Giovanni
LA DELEGAZIONE DELLE BCC DAL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
A conclusione delle celebrazioni del 130mo anniversario della costituzione della prima Cassa Rurale italiana, il 26 marzo una delegazione del Credito Cooperativo guidata dal Presidente di Federcasse Alessandro Azzi è stata ricevuta al Palazzo del Quirinale dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
 
Quest’ultimo ha sottolineato la sua vicinanza al mondo della cooperazione e ha espresso incoraggiamento al mondo del Credito Cooperativo a “coltivare” la differenza di banche locali, mutualistiche e al servizio del territorio. Il Presidente della Repubblica ha affermato: ”Le B.C.C. sono una componente originale ed essenziale dell'economia italiana e vivono un rapporto speciale con l’opinione pubblica e con i cittadini …. hanno la vocazione ad essere più vicine alle Pmi, soprattutto in anni di crisi e possono favorire la crescita delle piccole imprese, aiutandole a lavorare in rete …….. è inoltre importante che le BCC abbiano, nel rispetto delle regole prudenziali, un proprio “merito di credito”.”
 
L’avv. Azzi nel sottolineare il valore e la particolare esperienza delle B.C.C. che ha accompagnato l’Italia in questo 130 di storia, ha ricordato la capillarità del sistema che opera in 2700 Comuni italiani e la loro peculiarità nel sostenere le famiglie e i piccoli operatori economici. Ha proseguito poi dicendo che “le BCC in questi anni hanno attratto fiducia ed erogato fiducia. I soci sono cresciuti in venti anni di oltre due volte, raggiungendo quota 1 milione e 160 mila. Le nostre cooperative bancarie hanno contribuito al miglioramento del ben-essere inteso non solo come sviluppo ma anche coesione sociale, equità e qualità delle relazioni …… le BCC erogano quasi il 18% del totale dei finanziamenti alle micro e piccole imprese. Le quote di mercato sfiorano il 23% del totale dei crediti alle imprese artigiane, il 18% per le imprese agricole, il 12,5% per le istituzioni del non profit, il 9% per le famiglie. Nei venti anni del Testo Unico Bancario (1994 - 2013) le B.C.C. hanno accresciuto di sette volte gli impieghi, di quattro la raccolta diretta, di tre volte il patrimonio, oggi a 20 miliardi di euro.”
 
Maurizio Gardini, Presidente di Confcooperative che faceva parte della delegazione, ha ricordato l’impegno nel promuovere la partecipazione economica dei Soci e il contributo che il sistema cooperativo ha dato alla tenuta del sistema Paese ed al sostegno di famiglie ed imprese. Nel suo intervento si è così espresso: “Nei sei anni di crisi già trascorsi le cooperative italiane hanno accresciuto l'occupazione del 5,4%. Se invece si fossero comportate come il resto dell’economia oggi mancherebbero all'appello 132 mila posti di lavoro, tra salvaguardati e creati. La funzione sociale inscritta nella Costituzione si realizza così in modo concreto e persino misurabile”. 
Area prodotti-iniziative
EASY4
BE YOUNG BE EASY

EASY4STUDY NUOVO